Siti di Incontri Gay & App: alcuni consigli

Siti di Incontri & Chat Online

Da quando ho iniziato a scrivere online di tematiche LGBT, o comunque commentare ed essere parte attiva della community in varie associazioni, sono iniziate anche le richieste e le domande sul “dove conoscere qualcuno“. Oggi, con tutte le debite distanze dal potermi considerare un guru dei siti di incontri (anzi, il titolo è quasi solamente un frutto geniale di una combo fra SEO e contenuto generalista per ogni tipo di incontro), vorrei provare a rispondere alla domanda parlando dei siti di incontri.

Per farlo, vorrei suddividere l’articolo in due parti: dove, la prima, e come, la seconda.

La parte “dove” riassumerà i siti di incontri che io conosco o che ho provato e conterrà una piccola descrizione con annesso parere degli stessi. Il come, invece, farà parte di una sezione molto più personale dove cercherò di farvi percepire quello che io ho capito del modo in cui approcciarsi a questi sistemi di conoscenza virtuali.

Dove: quali sono i siti di incontri

DOVE

Per quanto riguarda il dove, inizierei con l’unico sito che può rispondere in modo “lecito e ben visto” alla stragrande maggioranza dei commenti che ricevo:

Gayspace

GAYSPACE

Gayspace è l’unico sito di incontri/social network LGBT (ovvero specifico per incontri per ragazze lesbiche, ragazzi gay e tutte le altre persone appartenenti alla comunità LGBT+) in cui è consentita la registrazione alle persone minorenni che hanno compiuto almeno 14 anni.

Questo non significa che negli altri non ci siano i minorenni, ma significa che in quanto a sito sul web e non gruppo Facebook questo è l’unico che consente anche ai non maggiorenni di intereagire e pubblicare foto. Il tutto in modo totalmente gratuito (anche se esistono metodi a pagamento per sponsorizzare il proprio profilo oppure accedere agli album privati altrui senza consenso).

Il sito contiene anche una sezione “hot”, ma non è visionabile dai profili minorenni. Non è neanche possibile, per gli stessi, pubblicare foto in quella categoria – cosa altresì permessa ai profili degli uomini maggiorenni.

A proposito degli uomini segnalo la presenza del “Girl Space”, dedicato agli incontri fra ragazze lesbiche.

Concludo segnalandolo come sito consigliato e “tranquillo”, in quanto generalmente su questa piattaforma non si trovano molte persone fake o profili che segnalano informazioni poco veritiere. Nel mio caso è successo in modo evidente e dichiarato una volta in particolare, ma sono stato un utente del sito per oltre due anni.

PlanetRomeo

GAYSPACE (1)

PlanetRomeo, o GayRomeo, è invece riservato solamente agli uomini e solamente ai maggiorenni.

Su questa piattaforma è consentito quindi, dato che per regolamento i minorenni non si possono iscrivere, il caricamento di foto a sfondo sessuale. Inoltre, anche se ovviamente ogni persona è un conto a parte, qui è più facile che si persegua l’idea della “scopata giornaliera”, più della conoscenza.

Insomma, è un sito che posso dire di sconsigliare a chi non è in cerca di sesso occasionale. Se invece è questa la ricerca che attuate sui siti di incontro potrebbe essere invece una bella scoperta.

ATTENZIONE: se sei minorenne e ti iscrivi al sito non mi prendo alcuna responsabilità sul ban del tuo account. Né qui né su nessun altro sito only 18+ segnalato nell’articolo.

Grindr

Grindr

Grindr al contrario degli altri due segnalati è una applicazione e non un sito web. Non è neanche possibile, in nessun modo, accedere al sito attraverso il web. Anche in questo caso l’applicazione è riservata ai maggiorenni.

Funziona in modo similare ai sopra citati tranne per la principale differenza che, più che un sito di incontri, si potrebbe definire una chat online o, meglio, una chat per mobile. Il tutto si svolge infatti in un ambiente molto poco social e più dedito alla semplice comunicazione attraverso il servizio di messaggistica.

L’applicazione ha diversi bug, come segnalano vari utenti nelle recensioni su Play Store, ma risulta comunque la più utilizzata. Esiste infatti anche una versione premium.

Hornet

Hornet

Hornet è sostanzialmente identico a Grindr, dato che ne replica le funzionalità e i metodi di gestione, ma risulta più fluido. Inoltre, se non siete propensi ad amare le chat sullo smartphone, di questo esiste anche una applicazione online piuttosto comoda.

La più grande, e negativa, differenza sta nella base di utenti. In questo caso è molto ridotta e, quindi, ci sono molte meno persone disponibili con cui chattare. Pesa comunque pochi mega e, escludere a priori in base al traffico di utenti, ha poco senso! 😛


Con le più grandi only LGBT che conosco ho finito ma, chiaramente, vi ricordo che tutte le applicazioni o siti di incontri online permettono di selezionare il proprio orientamento sessuale. Questo significa che i vari Badoo, Lovoo,  Meetic ecc… hanno tutti una sezione in cui selezionare in cerca di quale “sesso” siete. Anche lì è quindi possibile trovare ragazz* LGBT*.

Concludo con due appunti:

  • Vi avviso che esistono diversi gruppi Facebook dove incontrare sia maggiorenni che minorenni. Basta cercare “Adolescenti/ragazzi/uomini gay/lesbiche a *nome città*”. In base a dove abitate il numero di membri aumenta o diminuisce, ma spero riuscirete comunque a conoscere qualcuno.
    Inoltre, su questi gruppi, si finisce a passare alle applicazioni e si possono creare gruppi WhatsApp. In alcuni ci sono persone di ogni regione e città e, entrare in qualcuno e vedere come va di certo non costa niente!
  • Esiste il progetto Fratello Maggiore, che consente di conoscere ragazzi giovani, anche minorenni a volte, anche se non è un gruppo di incontri chiaramente. Per entrare nel gruppo dovete comunque richiedere l’iscrizione
  • Esistono i Gruppi Giovani di Arcigay e varie associazioni LGBT (sia fisici che online). Per trovarli andate sui siti delle stesse e trovate il sito del comitato presente nella vostra città. In quasi ogni caso i Gruppi Giovani esistono per i ragazzi dai 14 ai 27 anni (per quanto riguarda Arcigay, almeno).
  • Potete frequentare alcuni forum LGBT online. Ad esempio Gay Forum, che data la sua grande affluenza di utenti può essere utile per confrontarsi 🙂 non pensate comunque che ogni commento sia manna dal cielo!
  • Esistono le discoteche e i bar a tematica LGBT. A Torino ad esempio c’è Casa Arcobaleno, la sede di tutte le associazioni LGBT a Torino (o quasi), che organizza serate a tema. Provate a vedere se anche nella vostra zona esistono determinate serate o discoteche.
  • Esistono i pride. Sembra strano ma al pride talvolta è sboccato qualche amore. Almeno suppongo!
  • Esiste fare volontariato per il pride. E qui vi assicuro che due volontarie di Torino si son fidanzate così!

Con questo direi che possiamo passare alla prossima fase.

Ricordo comunque che, seppur i siti di incontri indicati abbiano quelle regole, ci sono diversi minorenni iscritti in ognuno di quelli. Mi sembrerei ipocrita a dirvi che è vietato, anche se è vero, dato che io ho trovato la persona che amo in uno di quelli ristretti ai maggiorenni, ma prendete solo in esame il fatto che potreste ritrovarvi l’account eliminato e che io non mi prendo alcuna responsabilità sulle vostre registrazioni a tali servizi. Questi sono solo da intendersi come consigli e io non sono “mentore” di nessuno dei siti in questione.

Come usare i siti di incontri

Come usare i siti di incontri

Esistono modi e modi di utilizzare i siti di incontro. Molte avvertenze e consigli utili li potete trovare nel video dedicato del Progetto Fratello Maggiore, ma vorrei dirvi qualcosa in termini spiccioli e poco spazio qui in fondo all’articolo anche io.

Per farlo, vorrei prima sottolineare l’importanza del perché vi ritrovate su quei siti di incontri. E che tipo di incontro cercate. Non esistono, difatti, delle cose sbagliate da cercare e quelle giuste ma, chiaramente, dovete cercare di rispettare in ogni caso le persone che non sono lì per la stessa cosa.

Per farvi un esempio potrei citarvi una marea di richieste di sesso che ho rifiutato che sono poi proseguite con rotture varie da parte dei richiedenti. Questo è semplicemente errato. Sia nei confronti della vostra dignità sia nei confronti della persona che vi sta di fronte.

Cercate pure quello che desiderate, e se è sesso occasionale va benissimo così (ma andate di preservativo), ma non pensate mai che lì sopra le persone siano tutte uguali e alla ricerca di quello che state cercando voi.

In questa visione mi rivolgo invece a chi è su un sito di incontri e non riesce a capire se esiste un modo per trovare qualcuno che non cerchi solo sesso. Ho ricevuto molte ma molte frasi del tipo “ma tanto lì cercano tutti solo sesso”, infatti. Ma su questo vi inviterei ad un appunto: se voi potete registrarvi anche qualcun altro come voi può farlo.

Non sono qui a dire che i siti di incontro o le app sono la salvezza, ma se non siete tipi da bar o gruppi vari (a cui comunque consiglio caldamente di partecipare anche solo per conoscenze generiche di amici. Si possono trovare persone fantastiche) non giudicate a priori che in ognuno di essi tutti siano uguali. Io ad esempio non ho mai cercato sesso e, anche se non è mia intenzione giudicare “facile” il non cercarlo all’interno di queste piattaforme, non posso dire che non abbia mai trovato nessuno che fosse alla ricerca di qualcosa di più complesso come amicizie o relazione (a proposito delle relazioni a distanza vi segnalo il mio articolo, in caso vi capitasse di porvi domande sul cosa fare se siete lontani).

Difatti, come ho già citato sopra, io ho conosciuto quello che adesso è il mio ragazzo proprio su una di queste soluzioni. Non è stato facile, ci ho messo anni, ma a qualcosa è servito.

Se tuttavia tutto questo vi sembra un ammasso di cose che non fanno per voi non temete: tutti siamo diversi. Se preferite delle serate singole o discoteche siete liberissimi di trovare altre persone che pensano che quella sia la via migliore come voi. Ognuno ha i suoi metodi per rapportarsi con le altre persone e conoscerne di nuove, e io volevo solo elencarvi i sistemi che nel corso degli ultimi ho conosciuto o provato per quanto concerne la comunità LGBT.

NB: online è più facile falsificare le identità. La prima volta che uscite con qualcuno fatelo in un posto pubblico o dove siete entrambi riconoscibili. Questo è un consiglio personale, così da mettere entrambi sotto un piano più sicuro. Questo perché falsificare età, volto o intenzioni online è leggermente più facile che farlo nella realtà.
Aggiungo, per alcune storie lette, che fare sesso senza preservativo con gli sconosciuti in rete non è una decisione saggia. Anzi, è una cazzata bella e buona. Spesso molti di loro non sanno la loro condizione (magari sono sieropositivi senza saperlo) e voi rischiate semplicemente per la scopata giornaliera. Usate sempre il preservativo, se il vostro obiettivo è trovare partner a letto!

Spero di esservi stato leggermente utile e vi do appuntamento alla prossima!
Giorgio Barillà

PS: se conoscete gruppi di persone pansessuali, queer o gruppi della sigla LGBT+ che sono un po’ meno conosciuti (o anche siti di incontri dedicati), vi inviterei a scrivermi per email per comunicarmeli così da dare spazio proprio a tutti. Grazie mille!

 

 

Opt In Image
Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Iscriviti alla Newsletter di PensandociBene e ricevi gratis tutti i contenuti!

Ciao!

Se sei uno studente impegnato o un lavoratore, probabilmente non hai tempo di controllare costantemente il blog - anche se saresti interessato a farlo (ti prego, dimmi che è così!).

Proprio per te, o per persone che hanno lo stesso tipo di problema, ho creato la Newsletter ufficiale di PensandociBene!

Iscrivendoti, potrai ricevere contenuti esclusivi, rimanere aggiornato su tutti i contenuti pubblicati ed avere un contatto diretto con me (così potrai decidere la priorità di determinati articoli).

Che dici... ti va? 😉

PS: I TUOI DATI NON VERRANNO CEDUTI A TERZI E NON TI INVIERO' SPAM